img 

Napoli, 4 giugno 2014. Ore 10.00-13.00
Sala Nugnes, via Verdi 35 - napoli

La “Terra dei fuochi” per anni ha rappresentato un dramma ambientale ma, soltanto in quest’ultimo periodo, dopo continui appelli dell’opinione pubblica è tornata al centro delle attenzioni da parte delle Istituzioni. L’elemento conoscenza rappresenta certamente un primo passo per la comprensione e individuazione dei fenomeni che hanno determinato il degrado che è ormai sotto gli occhi di tutti.
Dopo mesi di dibattiti, clamorose prese di posizione e aspre contrapposizioni che hanno inevitabilmente esercitato effetti negativi sul piano dell’immagine dei prodotti agroalimentari regionali, la task istituita dal Governo ha giudicato pericolosi appena 64 ettari di terreno, il 2% dell’area tra le province di Napoli e Caserta denominata “Terra dei fuochi”, lo 0,14% del territorio campano. Analizzando gli ultimi vent’anni emerge che sono stati smaltiti nella “Terra dei fuochi”, tra la provincia di Na-poli e di Caserta, oltre 10 milioni di tonnellate di rifiuti di ogni specie.
In definitiva, per dar avvio a questa nuova stagione di azione e mobilitazione serve l'impegno di tutti, istituzioni, cittadini e associazioni. In particolare lo Stato deve tornare ad essere credibile, riconquistare la fiducia dei suoi cittadini garantendo una partecipazione e informazione completa e trasparente e mettendo in campo una serie di azioni e strumenti efficaci per combattere le illegalità ambientali e aiutare così la “Terra dei fuochi" come del resto, in questo ultimo periodo sta procedendo la Regione Campania.

pdf icon Brochure

La Rivista SIGEA

ISSN 1591-5352

gda icon

Calendario 2019

img

Iscrizione Newsletter

Compila il form per iscriverti gratuitamente alla Newsletter della SIGEA
captcha 
Con la compilazione del form si acconsente al trattamento dei propri dati personali, ai sensi del Decreto Legislativo 30 giugno 2003 n. 196 e del Regolamento europeo per la protezione dei dati personali n. 679/2016, GDPR, ai soli scopi istituzionali della SIGEA

Contatto rapido