img 

Evento on line, 9 aprile 2021 h. 18.30
https://meet.google.com/paz-siad-ywv

Informazioni

L'evento intende trattare questi argomenti:
 
Cosa hanno in comune le grotte delle nostre campagne con le Colonne d'Ercole delle leggende? Il buio di un cielo notturno col buio sotterraneo di una grotta?  Si può esplorare ancora l'incognito, in un mondo sorvegliato ogni ora dai satelliti?  Il nostro evento intende discutere su tali interrogativi, trattando della speleologia in relazione con la geografia. N ell'immaginario comune le grotte ci rimandano a scenari meravigliosi, fantastici e difficili da raggiungere; l'evento vuole invece sfatare il mito e parlare di grotte e siti carsici di diversa tipologia, naturali e non, presenti nel parco dell'Alta Murgia; il ruolo dei geografi moderni e il loro stretto connubio con gli speleologi; questi ultimi nel tempo da utenti sono risultati degli esperti: raccolgono dati, restituiscono mappe e rilievi, utilizzano strumenti sempre più tecnologici e raggiungono luoghi dove i geografi non arrivano. Grazie a strumenti sempre più specialistici, la geografia diventa scienza viva, vissuta e raccontata. Nell'evento tratteremo il ruolo delle associazioni speleo, utile contributo alla salvaguardia del territorio e funzionale ad una fondazione fondata sulla conoscenza. Esempi tratti dall'esperienza dei relatori e citazioni di esploratori del passato animeranno il confronto col pubblico, che è sin da ora invitato a proporre le proprie curiosità. Le testimonianze dei relatori contribuiranno a delineare il ruolo sociale e culturale della geografia, intesa come  knowledge dinamica e interconnessa a una moltitudine di aspetti del territorio e delle attività di ricerca e pianificazione.
 
*Programma dell'evento* :
 
Introduzione, presentazione dei relatori, ruolo moderno dello studio geografia in chiave dinamica e innovativa tecnologie attraverso diverse e osservazioni diversificate - Relatore, prof.ssa M. Serrone.
 
Gli speleologi: chi sono, quanti sono e come sono organizzati (V. Martimucci);
 
Uomini e attrezzature nelle sfide dell'organizzazione sotterranea: (V. Martimucci),
 
Biologia e geografia: gli animali di grotta testimoni viventi del passato biogeografico del mediterraneo (F. Didonna), contributi video -L'acqua che berremo.
 
Gli strumenti conoscitivi per la pianificazione territoriale: il catasto delle grotte della Puglia (V. Martimucci).
 
Video conservazione delle grotte.
 
Geografia e speleologia - confronto   (Marta Jurchescu & V. Stoica).
 
Esploratori in grotta e in superficie (V. Iurilli).
 
Esperienza in Iran (maria Rosaria marchetti),
 
a) Alta Murgia: storie scritte nelle grotte.

b) Scoperte sotto di noi - le grandi cisterne (V. Iurilli).
 
Ogni intervento sarà intervallato da eventuali risposte alle domande poste dal pubblico.



Maggiori informazioni su www.geonight.net

pdf icon Locandina